PHOENIX CONTACT Logo
Phoenix Contact e il Cliente sono di seguito denominati “Parte” o “Parti”.

Premessa

mGuard Secure Cloud public è un'infrastruttura chiavi in mano con hosting professionale per connessioni remote sicure via internet sviluppato e prodotto da Innominate AG, società del gruppo Phoenix Contact. Phoenix Contact è licenziataria di mGuard Secure Cloud public e propone tale infrastruttura, come servizio basato su cloud, soprattutto ai costruttori di macchine e impianti che non vogliono o non possono avere una propria infrastruttura centralizzata per la gestione delle connessioni di manutenzione remote.

§ 1 Definizione

mGuard Secure Cloud public (di seguito “il Cloud“) è un potente sistema multiclient, sviluppato cioè per una pluralità di utenti che comprende i seguenti componenti e servizi:
1. Un gateway di servizio per la connessione delle workstation di servizio con il Cloud mediante una rete virtuale privata, c.d. VPN (Virtual Private Network) via internet, utilizzando un dispositivo mGuard o un software client VPN lato workstation. Le workstation di servizio possono essere dispositivi fisici (PC, notebook, ecc.) o macchine virtuali. Ogni workstation di servizio è collegata al Cloud attraverso un indirizzo virtuale IPv4 unico.
2. Un gateway per il collegamento di macchine o sistemi remotati con il Cloud mediante una VPN (Virtual Private Network) via internet, utilizzando un dispositivo mGuard lato macchina o lato sistema. Ogni macchina o sistema remotato sono collegati al Cloud attraverso una rete virtuale IPv4 unica .
3. Un'applicazione basata su portale web che consente di:
a. registrare e amministrare come utenti i clienti e i loro dipendenti o agenti autorizzati,
b. acquisire diritti di connessione al Cloud per workstation di servizio e macchine,
c. registrare le workstation di servizio; mettere in servizio la loro connessione VPN al Cloud e quindi scaricare i dati di configurazione attraverso il portale fornito a tal fine,
d. registrare le macchine; mettere in servizio la loro connessione VPN al Cloud e quindi scaricare i dati di configurazione attraverso il portale fornito a tal fine,
e. stabilire una connessione continua (“route“) all'interno di una sessione di un utente autorizzato tra la workstation di servizio che sta utilizzando e una macchina collegata con il Cloud, per finalità di accesso remoto a diagnostica, manutenzione, assistenza o altri simili servizi a distanza. A tale proposito Phoenix Contact garantisce inoltre che :
i. soltanto le workstation di servizio possono essere collegate alle macchine via Cloud; è quindi impossibile il collegamento tra diverse workstation di servizio o diverse macchine, e
ii. non è possibile la visibilità o l'accessibilità delle macchine di un cliente A attraverso le workstation di servizio di un cliente B o può diventarlo solo con il rilascio di esplicita autorizzazione.
I dettagli sui requisiti del sistema tecnico per l'utilizzo del Cloud, gli scenari supportati, i prodotti hardware e software ed eventuali restrizioni su quantità, dimensioni e altri parametri sono riportati nelle rispettive note tecniche aggiornate, disponibili nel portale Cloud, previa registrazione, utilizzando codice utente e password. I dispositivi mGuard o i software VPN Client da utilizzare lato macchina e workstation di servizio non fanno parte del servizio offerto e devono essere forniti dal cliente.

§ 2 Fornitura e utilizzo

(1) Per la durata della relazione contrattuale Phoenix Contact è tenuta a rilasciare al Cliente e agli operatori delle workstation di servizio e delle macchine registrate per la connessione al Cloud il diritto non esclusivo di utilizzare il Cloud nella misura dei diritti di connessione acquistati per la connessione di workstation di servizio e macchine. Le connessioni VPN al gateway di servizio o al gateway delle macchine del Cloud possono essere attivate in modo permanente o solo quando richieste.
(2) In seguito alla registrazione e alla conclusione di questo Contratto di Sublicenza e con l'attivazione del suo account, il Cliente riceve gli intervalli d’indirizzi virtuali IPv4 determinati nel Cloud per workstation di servizio e macchine, disponibili solo per le connessioni VPN del Cliente e per la durata di utilizzo prevista.
(3) Alla richiesta delle connessioni VPN per le workstation di servizio o le macchine, il Cliente deve fornire le informazioni richieste per la configurazione corrispondente attraverso un modulo online nel portale. In linea generale, la comunicazione dei sistemi collegati al Cloud con il loro rispettivo ambiente di rete locale e, nell'ambito delle connessioni VPN, nelle configurazioni già fornite non è ulteriormente limitata da regole firewall. Eventuali regole firewall di diverso tipo richieste dal Cliente necessitano di un accordo separato.
(4) In qualunque momento, il Cliente può acquistare diritti di connessione VPN aggiuntivi e mettere in servizio le corrispondenti connessioni VPN al Cloud, estendendo così questo Contratto. A seconda delle disposizioni tariffarie concordate con il Cliente, la durata delle connessioni può terminare automaticamente o essere terminata mediante notifica nel rispetto dei termini previsti. Sempre in base alle disposizioni tariffarie concordate con il Cliente, la durata delle connessioni può essere estesa automaticamente o attraverso esplicita richiesta di messa in servizio. In tal caso sarà dovuta una corrispondente commissione di estensione. Sarà la connessione di maggiore durata a determinare la durata minima di questo Contratto. Se la durata di una connessione termina e non viene estesa o se le commissioni di estensione corrispondenti non vengono pagate nei termini, la connessione corrispondente verrà disattivata. In qualunque momento, il Cliente può accedere online, attraverso il portale, alle connessioni esistenti che sono oggetto del presente Contratto.
(5) Va sottolineato che il Cloud è un sistema multi-client, sviluppato cioè per una pluralità di utenti e che il Cliente non ha diritto alla fornitura di un sistema di Cloud fisico a suo uso esclusivo.
(6) Questo Contratto non include l'accesso a Internet per le workstation di servizio e le macchine del Cliente, ma solo la connessione a internet del Cloud.

§ 3 Servizio e supporto per le operazioni di installazione e uso

(1) Per ogni richiesta di connessione VPN al Cloud, verrà resa disponibile una configurazione operativa "una tantum" per uno dei componenti approvati per l'uso con il Cloud (dispositivi mGuard, software VPN client), a scelta del Cliente.
La configurazione sarà messa a disposizione del Cliente attraverso il portale per il download.
(2) Per assistenza nell'installazione e nella messa in servizio di una connessione VPN, il Cliente può contattare via e-mail il Supporto Cloud in orario lavorativo (da lunedì a venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 17.00, esclusi i giorni di chiusura aziendale ).
(3) Per l'assistenza nella risoluzione dei guasti e per la fornitura d’informazioni sul funzionamento delle connessioni VPN, il Cloud memorizzerà i dati sullo stato delle connessioni e li conserverà per un periodo massimo di diciotto mesi.

§ 4 Prezzi

(1) Per la messa in servizio, l'utilizzo e la durata delle connessioni, così come per l'estensione della loro durata e per i servizi di supporto correlati, il Cliente è tenuto a pagare a Phoenix Contact i prezzi indicati nel tariffario concordato. Questo servizio "una tantum" viene fornito una sola volta per ogni connessione. Ogni ulteriore servizio di supporto verrà addebitato alle usuali tariffe orarie di Phoenix Contact.
Le tariffe vigenti sono pubblicate nel portale e possono essere consultate dal Cliente in qualunque momento.
(2) L'uso continuato delle connessioni con durata estesa è consentita e possibile solo a fronte di pagamento puntuale del prezzo previsto per la relativa estensione.

§ 5 Condizioni di pagamento

(1) Tutti i prezzi indicati sono netti e da pagare secondo i termini concordati insieme all'importo dell'IVA applicabile al momento.
(2) Se il Cliente risulta in ritardo con i pagamenti delle fatture scadute per l'uso o per l'estensione della durata delle connessioni esistenti, tali connessioni verranno temporaneamente disattivate fino all'avvenuto pagamento.

§ 6 Garanzia

(1) Phoenix Contact garantisce che mGuard Secure Cloud public è adatto allo scopo concordato nel contratto al par. 1. La disponibilità annuale media garantita del Cloud dipende dalle disposizioni tariffarie concordate con il Cliente che quest'ultimo può consultare online nel portale in qualunque momento.
(2) Il Cliente è tenuto a fornire a Phoenix Contact informazioni comprensibili e verificabili sulla natura e sulla portata dei difetti/problemi e a supportare Phoenix Contact, per quanto possibile, nella risoluzione dei guasti e nella localizzazione degli errori.

§ 7 Responsabilità

(1) PHOENIX CONTACT SI IMPEGNA AD IMPIEGARE LA MIGLIORE TECNOLOGIA DI CUI E’ A CONOSCENZA E LE MIGLIORI RISORSE A SUA DISPOSIZIONE PER FORNIRE I SERVIZI OGGETTO DEL PRESENTE CONTRATTO.
(2) FATTO SALVO QUANTO INDEROGABILMENE PREVISTO PER LEGGE, E COMUNQUE IN OGNI CASO DI PROPRIO DOLO O COLPA GRAVE, LA RESPONSABILITA’ DI PHOENIX CONTACT SARA’ LIMITATA AL PREZZO DI ACQUISTO.
(3) PHOENIX CONTACT NON E’ IN NESSUN CASO RESPONSABILE NEI CONFRONTI DEL CLIENTE O DI TERZI PER PERDITA DI PROFITTO, MANCATO GUADAGNO, NE’ PER QUALSIASI ALTRA FORMA DI LUCRO CESSANTE O DANNO INDIRETTO E CONSEQUENZIALE CONNESSO ALL’ESECUZIONE DEL PRESENTE CONTRATTO. IL RISARCIMENTO DEI DANNI PER LA VIOLAZIONE DEGLI OBBLIGHI CONTRATTUALI ESSENZIALI È LIMITATO ALL'IMPORTO DEL RISPETTIVO PREZZO DI ACQUISTO. GLI OBBLIGHI ESSENZIALI SONO QUEGLI OBBLIGHI IL CUI ADEMPIMENTO CONSENTE LA REGOLARE E CORRETTA PRESTAZIONE DEI SERVIZI PREVISTI NEL CONTRATTO E SUI QUALI IL PARTNER CONTRATTUALE DEVE POTER FARE AFFIDAMENTO. PUBLIC
(4) PHOENIX CONTACT NON PUO’ ESSERE RITENUTA RESPONSABILE PER LE ANOMALIE DI FUNZIONAMENTO DI MGUARD SECURE CLOUD ESEMPIO IN SEGUITO A MODIFICHE SCORRETTE DELLA CONFIGURAZIONE SUI DISPOSITIVI MGUARD O SUL SOFTWARE VPN CLIENT. CAUSATE DAL CLIENTE, AD
(5) PHOENIX CONTACT NON PUO’ ESSERE RITENUTA RESPONSABILE DEI GUASTI A MACCHINE E SISTEMI DERIVANTI DALL'INDISPONIBILITÀ, DAL MALFUNZIONAMENTO O DALLA SCORRETTA CONFIGURAZIONE DI MGUARD SECURE CLOUD PUBLIC.
(6) PER I SUOI SERVIZI, PHOENIX CONTACT DIPENDE DA SERVIZI DI TELECOMUNICAZIONE MESSI A DISPOSIZIONE DA TERZI (FORNITORI INTERNET), COSÌ COME IL CLIENTE NE DIPENDE PER L'UTILIZZO. PHOENIX CONTACT NON PUO’ ESSERE RITENUTA RESPONSABILE PER LE EVENTUALI DISFUNZIONI A CUI POSSONO ESSERE SOGGETTI TALI SERVIZI DI COMUNICAZIONE.
(7) L'ESCLUSIONE O LA LIMITAZIONE DELLE RESPONSABILITÀ DI PHOENIX CONTACT SI APPLICA ANCHE AI SUOI COLLABORATORI, IMPIEGATI, RAPPRESENTANTI E AUSILIARI .

§ 8 Riservatezza

(1) Le Parti s’impegnano a non trasmettere o divulgare eventuali informazioni ottenute dall'altra Parte durante il periodo di validità del Contratto o rese note in qualunque altro modo, senza il previo consenso scritto dell'altra Parte.
Le Parti sono tenute a impegnare allo stesso livello di riservatezza i propri dipendenti ed eventuali terzi che vengono legittimamente a conoscenza di tali informazioni nel corso dell'esecuzione del Contratto.
(2) L'obbligo alla riservatezza di cui al precedente paragrafo non sussiste se si può provare che le informazioni in questione: a. sono o diventano una tecnologia moderna accessibile al pubblico senza intervento della parte contrattuale che le riceve, oppure b. sono già note alla parte contrattuale ricevente o le sono state rese note da terzi autorizzati, oppure c. vengono sviluppate dalla Parte ricevente senza intervento dell'altra Parte e senza utilizzare informazioni o conoscenze ottenute nell'ambito della relazione contrattuale, oppure d. vengono create dalla Parte ricevente indipendentemente e senza ricorso a informazioni riservate o in applicazione delle deroghe specificate ai punti a.-c.
(3) L'obbligo alla riservatezza rimane in vigore anche per i tre anni successivi alla cessazione del presente Contratto.
(4) Le Parti possono divulgare informazioni riservate ricevute dall'altra Parte se la Parte ricevente vi è obbligata per un ordine amministrativo o giudiziario o per disposizioni di legge obbligatorie, a condizione che la Parte obbligata alla divulgazione ne informi immediatamente l'altra Parte, per iscritto e in anticipo, per consentirle di tutelare i suoi diritti e si adoperi affinchè le informazioni riservate vengano trattate come tali. La Parte obbligata alla divulgazione deve contrassegnare come “Riservata” ogni informazione divulgata di questo tipo.

§ 9 Caso fortuito e forza maggiore

(1) Nessuna delle Parti è responsabile per l’inadempimento di uno dei propri obblighi contrattuali se ciò è dovuto a caso fortuito o forza maggiore, cioè a circostanze che vanno oltre il loro controllo o, in particolare, a una delle seguenti ragioni: interruzioni dell'attività, scioperi, serrate, disposizioni dell’Autorità, problemi nella fornitura di energia, mobilitazioni, rivolte, disastri naturali ecc., anche quando questi problemi riguardano i fornitori di Phoenix Contact o i loro subfornitori.
(2) Nei casi previsti al paragrafo precedente, Phoenix Contact non è responsabile dei ritardi nella prestazione dei servizi, anche quando sono state concordate scadenze e date vincolanti. Phoenix Contact ha il diritto di posticipare la fornitura o il servizio per la durata dell’impedimento più un ragionevole tempo di avvio o di recedere in tutto o in parte dal Contratto per la parte non ancora adempiuta.

§ 10 Protezione dei dati

(1) A. Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi del D.LGS. 196/2003 Titolare e responsabile del trattamento è Phoenix Contact; i dati oggetto di trattamento sono: quelli forniti dal Cliente e quelli relativi alla utilizzazione ed erogazione del servizio; le finalità del trattamento sono: osservanza di obblighi di legge, adempimento del contratto, di maggiore conoscenza delle esigenze del Cliente, sempre in relazione ai servizi offerti da Phoenix Contact. Phoenix Contact non intende in alcun modo trattare dati sensibili del Cliente anche se ai fini dell'indicato trattamento, il Titolare potrà venire a conoscenza di dati definiti giudiziari ai sensi del Codice della Privacy (Informazioni concernenti i provvedimenti giudiziari). Le modalità di trattamento prevedono l'impiego di mezzi automatizzati e manuali. Phoenix Contact potrà comunicare i dati personali a società del gruppo Phoenix Contact, ai propri partner commerciali e ai soggetti coinvolti nell'adempimento del contratto o all'osservanza degli obblighi di legge (tra cui: consulenti e liberi professionisti, anche in forma associata, società esterne per erogazione servizi, banche e istituti di credito). L'elenco di tali soggetti è a disposizione del Cliente che ne faccia richiesta. I trattamenti esclusi dal consenso, e per cui il conferimento dei dati è obbligatorio, sono quelli finalizzati all'adempimento di obblighi di legge o di contratto (in proposito Phoenix Contact rende noto che l'eventuale non comunicazione, o comunicazione errata, di una delle informazioni obbligatorie, può causare l'impossibilità di garantire la congruità del trattamento stesso o la mancata o regolare erogazione dei servizi) e per le finalità sopra indicate. La Durata dei trattamenti è fissata in 10 anni e al loro termine i dati verranno distrutti. La Conseguenza del rifiuto di prestare il consenso al trattamento dei dati è l'impossibilità di stipulare il contratto. Al Cliente spettano i diritti di cui all'art. 7 del D. Lgs. 196/2003, che qui abbiansi integralmente ritrascritti, tra cui il diritto di ottenere dal titolare la cancellazione, la comunicazione, l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione dei dati personali ed opporsi all'invio di materiale informativo contattando Phoenix Contact ai recapiti sopra indicati (per consultare agevolmente il testo integrale dell'art. 7 del Codice della Privacy: www.garanteprivacy.it ). Con la sottoscrizione delle presenti condizioni il Cliente presta il proprio consenso al trattamento nei termini sopra indicati.
B. Consenso al trattamento dei dati personali Il Cliente, presa visione dell'informativa che precede, presta il consenso al trattamento dei propri dati personali anche per quanto concerne le finalità di promozione e di maggiore conoscenza delle esigenze del Cliente.
(2) Phoenix Contact ed il Cliente si impegnano ad adempiere e rispettare tutte le previsioni di legge previste per la sicurezza dei dati. Tutti i dipendenti di Phoenix Contact e del Cliente devono impegnarsi per iscritto a mantenere la riservatezza dei dati.
(3) Ferma restando la disposizione di cui al par. 10 (1), Phoenix Contact ha comunque il diritto, se necessario, di divulgare a terzi i dati personali del Cliente quando ciò serve a fornire un servizio o a permettere una transazione in relazione al Contratto. In tal caso, Phoenix Contact deve limitarsi alle informazioni necessarie alla fornitura del servizio corrispondente. I soggetti terzi possono utilizzare tali dati personali esclusivamente per fornire il servizio richiesto o eseguire la necessaria transazione per conto di Phoenix Contact e, con ciò, sono tenuti a rispettare le leggi di protezione dei dati.

§ 11 Periodo di validità del Contratto

(1) Il presente contratto, in particolare con riguardo alla concessione dei diritti di utilizzo, ivi incluso il servizio, è valido ed efficace con la sua valida sottoscrizione e con l'acquisizione del primo diritto di connessione al Cloud. Il Contratto ha una durata indeterminata e può essere risolto per iscritto da ognuna delle Parti con un preavviso di tre mesi, da inviare a mezzo PEC o raccomandata A/R ordinaria
(2) La risoluzione per giusta causa e senza preavviso è possibile per entrambe le Parti, quando ad esempio:
a. una delle Parti viene assoggettata a procedure fallimentari, oppure
b. le procedure fallimentari vengono respinte per mancanza di attivo, oppure
c. una delle Parti contrattuali interrompe i pagamenti, oppure
d. le relazioni giuridiche e patrimoniali dell'altra Parte contrattuale mutano in modo tale da far sorgere svantaggi sostanziali per la Parte contrattuale che risolve il Contratto.
(3)Alla risoluzione del Contratto, decadono tutti i diritti concessi al Cliente dal presente contratto. Restano in ogni caso impregiudicati i diritti di Phoenix Contact alla percezione dei corrispettivi per i servizi fruiti, oltre al diritto al risarcimento del danno patito.

§ 12 Varie

(1) Non esiste alcun accordo verbale separato. Eventuali modifiche e integrazioni al presente Contratto non saranno valide se non stipulate in forma scritta e con il mutuo consenso delle Parti. Ciò vale anche per l'annullamento del requisito di forma scritta.
(2) I diritti acquisiti e gli obblighi assunti nell'ambito di questo contratto non possono essere trasferiti a terzi senza l'approvazione scritta dell'altra Parte.
(3) Il luogo di esecuzione per la prestazione dei servizi è la sede legale di Phoenix Contact.
(4) Forniture e servizi (adempimento del contratto) sono soggetti alla condizione che l'adempimento non sia ostacolato da impedimenti dovuti a disposizioni nazionali o internazionali e, in particolare, a provvedimenti per il controllo sulle esportazioni, embarghi o qualunque altra sanzione, che possano avere per oggetto le macchine sulle quali verrebbero installati gli apparati di connessione. Le Parti si impegnano a fornire tutte le informazioni e i documenti necessari per le pratiche di esportazione / trasferimento / importazione. Eventuali ritardi dovuti alle procedure di esportazione o procedure di approvazione rendono nulli i termini o le date di consegna. Se non vengono rilasciate le necessarie autorizzazioni di cui sopra, il Contratto tra le Parti si considera non concluso; restano esclusi i reclami per danni dovuti alla mancata osservanza delle scadenze di cui sopra.

§ 13 Legge applicabile / Foro competente

(1) Il presente Contratto è regolato in via esclusiva dalle leggi della Repubblica Italiana con espressa esclusione delle norme di diritto internazionale che potrebbero rimandare a legislazioni diverse da quella italiana.
Sono escluse le disposizioni della Convenzione di Vienna dell'11 aprile 1980 sulla vendita internazionale di merci (CISG).
(2) Per qualsiasi controversia inerente il o derivante dal presente Contratto o dalla sua esecuzione sarà esclusivamente competente il Foro di Milano.

§ 14 Disposizione finale

Qualora singole disposizioni del presente Contratto dovessero essere nulle, inefficaci o ineseguibili o il Contratto dovesse contenere lacune, ciò non deve pregiudicare la validità del Contratto per quanto riguarda il resto. In questo caso, le Parti devono sostituire la disposizione nulla, inefficace / ineseguibile con una disposizione valida, efficace / eseguibile che si avvicini il più possibile alla finalità economica prevista con la disposizione nulla, inefficace /ineseguibile. Lo stesso vale per eventuali lacune.